Menu Chiudi

CANIGA – ALESSIO PAGANINI – COORDINATORE COMUNALE DI SASSARI DI ENERGIE PER L’ITALIA – FORTI MALUMORI NELLA BORGATA PER LA CHIUSURA E IL TRASFERIMENTO DELL’AMBULATORIO MEDICO CONDOTTO A SASSARI. DISAGI PER I TANTI ANZIANI RESIDENTI. NUMEROSI PENSANO DI CANCELLARSI E CONTATARE UN NUOVO MEDICO CHE APRA L’AMBULATORIO NELLA BORGATA. APPELLO AL MEDICO AFFINCHE’ VENGA RIAPERTO L’AMBULATORIO NELLA BORGATA , ANCHE PER DUE VOLTE LA SETTIMANA.

In questi giorni sale il malumore nella borgata di Caniga per la chiusura dell’ambulatorio Medico condotto a causa della decisione di traferire lo stesso in città, nel quartiere del Sacro Cuore, da parte dello stesso medico di Famiglia.

Il problema nasce con il pensionamento del medico che da anni garantiva il servizio avvenuto nel mese di Luglio 2018, che svolgeva la professione di medico di famiglia, nella borgata di Caniga presso i locali della Circoscrizione, messi a disposizione dall’amministrazione comunale di Sassari.
A fine Luglio 2018 viene nominato un nuovo medico di base, una Dr.ssa che precedentemente esercitava nel comune di Uri, e che si insedia il mese successivo, dopo aver chiesto ai pazienti in carico di trasferirsi presso essa.
“Stiamo parlando della popolazione di una borgata che ha attualmente ha un potenziale di oltre 1.200 residenti”, continua Alessio Paganini.
Inspiegabilmente, a fine Settembre 2018, il nuovo medico decide di chiudere l’ambulatorio nella borgata di Caniga e trasferire il proprio ambulatorio nella città di Sassari, più esattamente nel quartiere del Sacro Cuore.
Questa decisione attualmente sta creando notevolissimi disagi a tutti i pazienti della borgata, che si vedono costretti a recarsi in città per qualsiasi visita o rilascio di ricetta necessaria all’acquisto di medicinali o visite mediche specialistiche.
“Si immagini in particolare il disagio causato agli anziani”, dichiara Paganini.
“Per questi motivi facciamo appello”, alla Dr.ssa titolare della condotta di Caniga, “affinchè riveda la sua decisione e riapra l’ambulatorio nella borgata, eventualmente garantendo la sua presenza almeno per due giorni alla settimana così come fanno i medici nelle borgate vicine, in particolare quelle di La Landrigga e Bancali, alleviando così i disagi ai pazienti”. Conclude Alessio Paganini.

Sassari li, 06 Ottobre 2018 Ufficio Stampa EPI

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x