Menu Chiudi

SASSARI LA CAPITALE DELLE GRANDI INCOMPIUTE IN SARDEGNA

SASSARI LA CAPITALE DELLE GRANDI INCOMPIUTE

TORE PIANA- SASSARI LA CAPITALE DELLE GRANDI INCOMPIUTE IN SARDEGNA – IL CASO DELLA REALIZZAZIONE DEL NUOVO OSPEDALE IN CAPO ALL’AOU I CUI LAVORI PUR APPALTATI ( 95 MILIONI) NON INIZIANO. RISCHIO AZIONI LEGALI CON RICHIESTA RISARCIMENTO DA PARTE AGGIUDICATRICE SALINI SPA.
La politica Sassarese sembra da tempo colpita dalla sindrome della decadenza, lenta e continua, che sta portando la seconda città della Sardegna a un declino sempre più marcato nei confronti del Capoluogo e di altre realtà del Nord Sardegna, come Olbia, ad affermarlo è Tore Piana, coordinatore di un movimento politico di area Liberale, senza ruoli attivi nelle Istituzioni pubbliche nell’Isola. Oggi Sassari appare come la capitale delle grandi incompiute, che voglio ricordarne solo alcune: campus universitario investimento di circa 42 milioni di euro. Stazione internodale degli autobus, investimento circa 23 milioni di euro. Completamento della metropolitana di superficie con collegamenti nell’iterland e aeroporto, circa 20 milioni. Frigo macello comunale di Truncu Reale, investimento di circa 5,5 milioni di euro. Ex Mattatoio comunale di Via Duca degli Abbruzzi, investimento circa 3 milioni. Nuovo Cimitero comunale, investimento di circa 60 milioni. Un vero e proprio disastro, continua Tore Piana. Oggi a tutte questi innumerevoli incompiute rischi di aggiungersene un’altra, ritenuta IMPORTANTISSIMA in periodo di pandemia COVID e riguarda la costruzione del nuovo Ospedale a Sassari , più precisamente “ Lavori di ampliamento del complesso ospedaliero universitario di Sassari compreso il completamento, adeguamento funzionale e il collegamento dell’ esistente”. COSTO COMPLESSIVO DELL’OPERA 95.000.000, cosi come descritto nella Deliberazione della AOU di Sassari n’ 231 del 13.03.2019 che riporta il finanziamento alla data del 18.12.2014 a favore della AOU di cui alle delibere CIPE 78/2011 93/2012 21/2014 e 41/2014 e che ad aggiudicarsi i lavori in via definitiva, con delibera AOU 498 del 23.12.2015 è stato R.T.I. S.A.L.C. SPA (Mandatario) e GEMMO SPA (mandante) per un importo di 78.619.305 GIG 637388042B. Alla data odierna della costruzione del nuovo Ospedale di Sassari, nulla si sa e nulla è iniziato. Da qui, le rincorrenti voci di corridoio non ufficiali, che l’impresa aggiudicataria la SALC Spa della famiglia Salini, fra i più grossi costruttori nazionali in opere pubbliche, possa intentare una azione legale di risarcimento danni per mancati e ritardati guadagni. Sarebbe l’ennesimo colpo di grazia per un territorio in continua decadenza. Da qui le domande di Tore Piana. Che azioni sta promuovendo l’amministrazione comunale a guida del sindaco Campus, per far iniziare i lavori e non rischiare di perdere i finanziamenti? Quali azioni, sia politiche che amministrative l’amministrazione comunale di Sassari sta intraprendendo sulle opere su descritte e definite incompiute? Si campisce che in un momento di crisi economica come questa, la città di Sassari non si può assolutamente permettere ritardi che rischiano di perdere finanziamenti e lavori per oltre 230 milioni di euro. Che idee e progettualità ha la classe politica Sassarese per far rinascere SASSARI e appropriarsi del ruolo guida nel Nord Sardegna. Continua Piana, a nessuno venga in mente che con la futura probabile etichetta di Città metropolitana tutti i problemi vengono risolti. Oggi la dimostrazione è che i finanziamenti per Sassari esistono ma non si riesce a spenderli, una vera e propria sindrome o maledizione o decadenza della politica Sassarese, conclude Tore Piana
Sassari li 08 Febbraio 2021 Ufficio stampa EPI SARDEGNA